Video curriculum, come personalizzarlo

Un video curriculum è indubbiamente meno incline alle regole rispetto al curriculum tradizionale ma non esente. Si alla creatività, no alla casualità!

0
51

Vediamo come personalizzare un video curriculum per renderlo efficace agli occhi dei recruiter.

Come ho già detto il  video curriculum  é entrato a far parte del panorama lavorativo, almeno in Italia, non da molto tempo. È buon visto dalle aziende più strutturate e all’avanguardia ed è un ottimo strumento per chi si candidata per ruoli creativi e dinamici.

Per poterlo realizzare non ci sono regole rigide da rispettare, diversamente dalla stesura del curriculum tradizionale infatti il video curriculum da molto più spazio alla creatività ma ci sono delle indicazioni da seguire per ottenerne uno efficacie e di impatto.

Potresti leggere: Curriculum vitae: come renderlo efficace

Cosa serve per realizzare un video curriculum

Tanto per iniziare capiamo quali sono gli strumenti necessari per procedere con la realizzazione:

  1. Una telecamera digitale ( anche uno smartphone in grado di fare video di qualità).
  2. Un programma di editing,( tra quelli gratuiti abbiamo Lightworks, Shotcut, Windows movie maker ) necessario una volta registrato il video a modificarlo, perfezionarlo e soprattutto tagliare le parti superflue.
  3. Connessione internet per caricarlo su una piattaforma ( vedi youtube).

Come fare un video curriculum

Per realizzare un buon video curriculum dobbiamo avere alcune accortezze che vanno dall’ambientazione all’outfit.

Location:  il luogo scelto per la ripresa deve essere sobrio, preferibilmente con uno sfondo neutro. Sarebbe preferibile insonorizzare la stanza nella quale si registra il  video curriculum per evitare che rumori molesti possano compromettere la registrazione.

Outfit: dobbiamo prestare attenzione anche al nostro outfit, il look dovrà trasmettere affidabilità, accuratezza e serietà. Non solo l’abbigliamento deve essere scelto con attenzione, evitando eccessi di ogni tipo, ma anche i capelli, il make up, la postura, lo sguardo, tutti gli elementi devono esprimere cura di sé, professionalità, sicurezza e spontaneità;

Atteggiamento: Parlare lentamente, con chiarezza e naturalezza, scegliendo accuratamente le parole e dimostrando proprietà di linguaggio; consiglio di assumere una posizione composta, guardare sempre in camera.
Fissa l’obiettivo per dare all’osservatore la sensazione che ti stai rivolgendo proprio a lui. In questo modo la comunicazione sarà più diretta ed efficace. Per quanto possibile bisogna apparire spontanei, positivi e rilassati.
Ricorda la coerenza! È si hai capito bene, questo è il caso di dire che l’abito fa il monaco. Ad esempio se ti sta candidando come agronomo presentarti vestito di tutto punto con giacca e cravatta potrebbe non essere coerente con il ruolo, diversamente, se ti stai proponendo come facility manager sarà più opportuno riprenderti vestito in maniera più formale.

Probabilmente dovrai fare diversi ciak prima della scena buona ma non importa se il risultato ottenuto ti porterà al successo.

Cosa dire nel video curriculum

Il video curriculum è di supporto a quello cartaceo, pertanto è necessario che contenga le informazioni personali del candidato, i titoli di studio, e parli delle esperienze lavorative ma non sono queste le cose che davvero conteranno perchè saranno già presenti in quello scritto, quello che emergerà sarà la vostra personalità.

Avendo un impatto visivo più fedele alla realtà consente al selezionatore di capire meglio la capacità comunicativa e relazionale del candidato.

Quindi vediamo quale scaletta seguire:

  • Presentazione: Il video inizierà con la nostra breve presentazione, che conterrà nome e cognome, età, studi e formazione.
  • Esperienze lavorative: in questa parte dobbiamo essere sintetici.
    Parliamo solo delle esperienze e delle competenze significative per il tipo di lavoro per il quale ci stiamo candidando. Puoi eventualmente registrare più video da utilizzare a seconda del tipo di annuncio.
  • Competenze trasversali: Parliamo delle soft skills, tutte quelle capacità non necessariamente professionali, ma che possiamo mettere a disposizione del nostro lavoro; attitudini e caratteristiche spiccate della nostra personalità. Inoltre, è la parte del video in cui possiamo parlare delle nostre ambizioni in campo lavorativo.
  • Hobby: possiamo parlare in questa fase anche di Hobby e interessi, preferibilmente che diano valore aggiunto alla nostra candidatura.
  • Conclusione: Questa fase va utilizzata per ringraziare e salutare chi sta guardando il video, auspicando di essere presto contattati per un colloquio. È buona cosa ricapitolare, magari anche con un supporto visivo, i nostri recapiti telefoni, email etc.

Ricorda di essere breve e conciso, tutto ciò che non è pertinente non è necessario che sia raccontato nella presentazione video. Piuttosto focalizza l’attenzione sugli aspetti che potrebbero farti ottenere un colloquio; Un buon video curriculum non deve durare più di 2-3 minuti altrimenti corre il rischio di annoiare il nostro osservatore.

Quindi, sei pronto? 3,2,1 ciak si gira. Fammi sapere se hai già pronto il tuo primo video curriculum e come hai fatto nei commenti.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie di Vrformazione! Iscriviti alla newsletter!

Vuoi pubblicizzare la tua attività o le tue offerte di lavoro su Vrformazione.it? Vai alla pagina collaborazioni! 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui