Come trovare idee per avviare una attività

Qual'è la cosa più difficile quando si decide di fare business? Trovare l'idea! Voglio darti qualche consiglio pratico per capire se quella che hai in testa è quella giusta e come svilupparla.

0
72
trovare idee per avviare una attività

Non è facile avere l’intuizione giusta. Aldilà di tutti gli ostacoli che si incontrano nella sua realizzazione, come ad esempio, trovare il capitale, l’aspetto più ostico a mio parere, è proprio quello di trovare idee per avviare una attività.

C’è una buona idea per tutti?

Prima di tutto devi canalizzare i tuoi pensieri. La famosa lampadina che si accende quando crediamo di aver avuto l’idea del secolo, molto spesso si spegne quando, cercandola su google o parlando con qualcuno, ci rendiamo conto che altre persone prima di noi l’hanno sviluppata o che non è affatto possibile metterla in atto.

Come puoi trovare idee per avviare una attività?

Prima di tutto dobbiamo iniziare col buttar giù delle idee, personalmente suggerisco di partire da ciò che conosciamo, cos’è che fai tutti i giorni nel tuo lavoro o vedi fare? In tutte le attività lavorative ci sono delle mancanze, lacune che mille volte abbiamo pensato di risolvere.
Puoi anche essere ispirato da un hobby che vuoi trasformare in lavoro, non importa da dove nasce, importa è che sia una buona idea.

Per capirlo, come prima cosa deve rispondere a 3 semplici domande:

  1. Che tipo di problema potrebbe risolvere? Può essere un problema, oppure un bisogno, oppure un desiderio, ma devi sapere esattamente di cosa si tratta, anche quando non lo sanno nemmeno i tuoi potenziali clienti.
  2. Questo problema può essere risolto?: o forse la miglior domanda è, posso risolverlo? Possiedi le capacità e le competenze per farlo? In caso la risposta fosse no potresti valutare l’idea di coinvolgere qualcun’altro nell’attività.
  3. Vale la pensa risolverlo?: è qualcosa che i tuoi potenziali clienti percepiscono come importante? Così importante da pagare per vederlo risolto (o realizzato se si tratta di un desiderio)?

Potrebbe interessarti anche: 7 regole fondamentali per fare impresa.

Come facciamo a rispondere a queste domande?

Per verificare la validità della tua idea il confronto con gli altri è indispensabile.
Parlane con gli altri, magari con colleghi fidati( se riguarda l’ambito lavorativo) o amici e comincia ad individuare il tuo pubblico che tipo di esigenze ha.

Brainstorming

Da questo momento devi creare ordine, non è sufficiente avere un idea, meglio averne più di una, e metterle nero su bianco.

Inizia con un brainstorming per individuare i tuoi potenziali clienti. Chi potrebbero essere?

Fai una lista di papabili categorie di clienti ai quali potresti proporre soluzioni , scegli gruppi specifici di consumatori. Cerca di non categorizzare solo attraverso le fasce di età, residenza, istruzione etc, vai più in profondità cerca di descrivere in maniera più accurata i loro bisogni e le loro esigenze.

Con lo stesso sistema sviluppa idee di business, ovvero le soluzioni da applicare.

Creare un Business model

trovare idee per avviare una attività

Il Business Model (o modello di business) è l’insieme delle soluzioni organizzative e strategiche attraverso le quali l’impresa acquisisce vantaggi nei confronti dei competitors.

L’argomento è vasto ma noi dobbiamo crearne uno che ci aiuti a valutare e sviluppare  vail business che abbiamo in mente non dobbiamo diventare degli esperti di business model ( o magari si, potrebbe essere proprio questa l’idea se risponde alle 3 domande).

Vediamo uno schema semplice per svilupparlo al meglio.

Descrizione dell’idea

Descrivi il servizio principale che svolgerai, i problemi e le necessità che andrai a risolvere e a chi sarà rivolto. Per farlo impiega almeno 150 parole.

Quando e come monetizzare

Come hai deciso di approcciare? Fornendo un servizio inizialmente gratuito andando a monetizzare in futuro? O conti su un sistema di pubblicità per autofinanziare il progetto? Naturalmente qui i casi possono essere molti e l’indecisione può essere ancora forte. Tenta di dare una descrizione il più verosimile possibile di questo punto.

Marketing

Come faranno i clienti a trovare il tuo servizio? Quali strategie di marketing intendi utilizzare? Sappiamo che il passaparola è la formula più efficace ma devi pensare a soluzioni più immediate e che colpiscano un pubblico più vasto per impiegarci il minor tempo possibile.

Costi

Chiaro non si può avere una idea esatta (qui entrerà in gioco un business plan) ma dobbiamo valutare i costi di realizzazione e il rischio di impresa. Molta differenza la faranno i costi iniziali, hai bisogno di attrezzature specifiche, laboratori, dipendenti? O basta l’ormai famosissimo garage con un vecchio pc?
Prendi appuntamento anche con eventuali fornitori per valutare l’offerta migliore che hanno da proporti.

Punti di forza e debolezza

Ora che hai sviluppato i tuoi business models puoi, anzi devi, valutare i punti di forza e di debolezza di ciascun progetto che hai ideato. Le famose colonne di pro e contro possono tornarti davvero utili in questo caso.

Ovviamente questo modello va utilizzato in caso tu abbiamo più idee e vuoi metterle a paragone, una volta individuata quella giusta non ti resta che testarla.

Testare l’idea

Parlane con più persone possibili e non temere, la possibilità che qualcuno ti rubi l’idea e la metta in pratica prima di te è davvero remota. A differenza di quello che si crede trovare l’idea non è sufficiente. Come noterai c’è un gran lavoro da fare prima, ma anche dopo!

Il consiglio che ti posso dare, prima di affrontare una platea di amici e parenti è di preparati molto bene sull’argomento che vai a trattare. Un piccolo fallo, una piccola incertezza potrebbe far nascere dubbi nei tuoi interlocutori e noi non vogliamo questo.

Cerca invece di ottenere delle risposte utili sulle quali potrai lavorare:

  • chiedi quale sia, secondo loro, il problema più grande che potrebbe impedire a questa idea di avere successo;
  • se lavorano nel settore, chiedi quale aziende offre già servizi/prodotti simili e se la tua idea può colmare lacune;
  • Chiedi come parlerebbero della tua idea se fossero stati loro a pensarla;

Insomma cerca di ottenere più informazioni possibili su cui lavorare e che ti permettano aggiustare il tiro.

Studiare i competitors

Altra cosa fondamentale è studiare i competitors. Devi prendere più informazioni possibili, come lavorano?, cosa fanno? Guarda i loro video ( se ne hanno), le loro pagine social, analizza i contenuti del sito e dei loro blog, lo so che è un lavoraccio ma ti sarà molto utile quando ti presenterai a possibili investitori.

Verifica il tuo Target

Una volta individuato il tuo target di riferimento e quindi individuata la tipologia di persone che vorrai “ colpire “ col tuo prodotto o servizio, recati nei luoghi dove pensi di poterli incontrare e comincia la tua indagine.

Se il tuo target sono le imprese, allora preparati delle email da spedire e caricati di intraprendenza per partecipare a fiere, convegni e conferenze.

Fai nascere in loro l’esigenza per cui tu hai la soluzione!

Brochure, statistiche etc. possono tornarti utili da presentare ai tuoi possibili acquirenti. Quello che ti consiglio è di vendere, da subito. Non promettere cose che non puoi mantenere ma il miglior modo per capire se quello che offri è apprezzato è venderlo.
Se inizialmente non avrai il successo sperato non buttarti giù. Chiedi invece cosa non li convince, perchè hanno detto no.

Considera i primi clienti cavie da laboratorio, saranno loro che ti permetteranno di creare un servizio o un prodotto efficace.

Ci siamo! Se sei arrivato fin qui è probabile tu sia sulla strada buona.
Mi raccomando fammi sapere come è andata nei commenti!

Vuoi pubblicizzare la tua attività o le tue offerte di lavoro su Vrformazione.it? Vai alla pagina collaborazioni!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui