Trovare lavoro in Svezia: requisiti e come cercare lavoro!

Oggi più che mai gli italiani cercano lavoro all'estero. Vediamo quali sono i requisiti e come cercare lavoro in Svezia!

0
212
lavorare in svezia

Al pari della Germania e dell’Inghilterra, oggi come non mai gli italiani cercano lavoro all’estero, in particolare in Svezia.

Lavorare nel paese culla dei mobili Ikea sembra, infatti, essere un desiderio comune di molti italiani.

Vediamo insieme l’iter da seguire, i documenti richiesti e come trovare lavoro in Svezia!

Da Leggere: COME TROVARE LAVORO IN OLANDA
Da Leggere: COME TROVARE LAVORO IN DANIMARCA

QUALI SONO I DOCUMENTI RICHIESTI?

In quanto cittadini comunitari, noi italiani per entrare in Svezia abbiamo bisogno solamente di un documento identificativo. Fino al 2014 i cittadini europei dovevano ottenere un permesso di residenza, ma adesso non è più necessario.

Tutti i cittadini UE/SEE possono vivere e lavorare in Svezia a patto che siano in grado di mantenersi, che questo avvenga attraverso un reddito da lavoro o mezzi finanziari indipendenti poco importa, quello che importa è che non pesino sulle spalle dello Stato.

Questo naturalmente non significa però che sia sufficiente la carta di identità per ottenere automaticamente la residenza svedese e tutti i vantaggi che questo comporta. Chi vuole trasferirsi a lavorare in Svezia e rimanerci almeno un po’ di tempo deve sbrigare infatti alcune formalità:

  1. Iscriversi all’Aire.
  2. Registrarsi all’Agenzia delle Entrate svedese (Skatteverket).
  3. Richiedere il personnummer, un codice fiscale obbligatorio per fare praticamente tutto, dall’apertura di un conto in banca al contratto di affitto di un appartamento, dall’iscrizione alla sanità alla partecipazione ai corsi di lingua gratuiti per stranieri. Ti occorrerà il personnummer persino per iscriverti in palestra!
  4. Registrarsi al Registro dei residenti(Försäkringskassan), una sorta di Inps svedese. Una volta registrati si ha diritto a un’assicurazione generale che dà accesso a diversi diritti, tra cui assistenza sanitaria di base, congedi parentali, assegni per i figli, copertura d’invalidità e altri contributi assicurativi. L’iscrizione va fatta entro tre mesi dall’entrata nel Paese.
  5. Richiedere la carta di identità svedese. Quella italiana è sufficiente per entrare in Svezia, ma per tutto il resto ti occorrerà quella svedese: per aprire un conto in banca, pagare con la carta di credito, ritirare un pacco all’ufficio postale e in generale per provare la tua età laddove richiesta (ad esempio per acquistare alcool o entrare in alcuni locali).

Per ottenere la carta di identità svedese occorre recarsi allo Skatteverket (Agenzie delle entrate) con qualcuno dotato già di carta di identità svedese che possa garantire per te.

  1. Aprire un conto in banca. Le banche svedesi principali – Swedbank, SEB, Nordea e Handelsbanken – talvolta possono essere un po’ rigide nell’accettare clienti stranieri. Per avere la vita più facile e forse anche le condizioni migliori è meglio rivolgersi a banche più piccole come Skandia, Nordnet e Avanza.

LAVORARE IN SVEZIA: PRO E CONTRO

Quello che devi fare prima di decidere di andare a vivere e lavorare in Svezia è infatti capire se questo Paese può essere adatto a te oppure no. Per il resto, come si dice, se son rose fioriranno.

I contro

Il clima

Il primo svantaggio è tutt’altro che inaspettato. Lo sanno anche i bambini che nei Paesi scandinavi fa freddo. Ma l’entità di questo freddo spesso sfugge alla mentalità italiana. Non per cattiveria, ma perché proprio ci riesce difficile.

Per capire di cosa stiamo parlando ti dico solo questo: a Stoccolma per quattro mesi all’anno non si sale sopra lo zero. Ed è una delle città più calde del Paese.

La carenza di luce

Ma c’è un altro elemento che potrebbe costituire un problema per un italiano che decide di trasferirsi e vivere in Svezia, forse persino più delle temperature rigide: la luce. O meglio, la sua assenza. A dicembre e gennaio la luce fa capolino non più di 3 ore al giorno. Non è un problema da sottovalutare, visto che poca luce significa poca vitamina D, condizione che porta a depressione e a problemi fisici di una certa importanza.

Per sopperire alla carenza puoi fare come gli svedesi e frequentare le “stanze di terapia UV”, i solarium dove fare incetta di luce artificiale. Oppure aspettare pazientemente l’arrivo dell’estate, quando i giochi di luce e buio finalmente si invertono.

I pro

Qualità ambientale

La Svezia abbonda di spazi aperti, gonfi di una natura rigogliosa e incontaminata a totale e gratuita disposizione dei cittadini (campeggi gratuiti). Questo, unito al poco traffico, garantisce uno una qualità dell’aria tra le più alte al mondo.

Va di pari passo la grande attenzione che gli svedesi hanno per la salute, l’alimentazione sana e l’attività fisica, soprattutto quella svolta all’aria aperta.

Qualità di vita sociale

Vivere in Svezia significa immergersi in uno stile di vita rilassato e rallentato. Gli svedesi amano il tempo libero, che dedicano allo sport, alla natura e alla famiglia.

A ridurre ulteriormente lo stress a cui siamo abituati contribuisce la sicurezza che si respira ovunque, tanto naturale (calamità) quanto umana (bassissima criminalità) e uno Stato dove la corruzione è quasi inesistente.

Condizioni di lavoro

Lavorare in Svezia significa avere accesso a una serie di diritti, dalla maternità al congedo parentale e per malattia, fino a un’assicurazione contro la disoccupazione.

Significa partecipare al recente programma delle 6 ore lavorative giornaliere volto ad aumentare la produttività ed evitare i licenziamenti, significa avere la possibilità di accedere a orari flessibili, a riposi settimanali, a un’autonomia di lavoro sconosciuta nella nostra fetta di mondo e a diritti del lavoratore garantiti. Sempre.

Diritti

La Svezia è celebre per tutelare i diritti non solo dei lavoratori, ma anche dei gay, delle minoranze e degli organi di stampa e televisione. Qui la parità dei generi in tema di salari e opportunità di carriera è da decenni una realtà, qui tutti hanno ugual voce e dignità, a prescindere dalle preferenze sessuali, dall’etnia di appartenenza e dalla religione.

Arte e cultura

La Svezia non è solo cascate, alci e parchi naturali ma anche arte, cultura e musei. In particolare Stoccolma, dove gli artisti sono particolarmente benvoluti e dove è possibile ammirare una metropolitana che qualcuno definisce “la più lunga galleria d’arte del mondo”.

IL MONDO DEL LAVORO IN SVEZIA

Malgrado quel che talvolta capita di leggere in qualche sito che ama spacciare più ottimismo che informazioni veritiere, la crisi c’è stata anche qui e ha portato alla svalutazione della corona (la moneta locale), all’aumento delle tasse e a un generale rallentamento della crescita dell’economia locale.

Ma parliamo sempre di Svezia, quella che per anni ha rappresentato un modello di prosperità e che ancora oggi, malgrado la flessione, dà la paga alla maggior parte dei Paesi europei. Il PIL ha ripreso a crescere e il debito pubblico si mantiene a livelli da far morire d’invidia persino la Germania.

Il segreto si chiama investimento. Rispetto ad altri Paesi che di fronte alla crisi hanno assunto un atteggiamento di contrazione, la Svezia ha deciso invece di aprirsi, impegnandosi in corposi investimenti nella ricerca, nell’innovazione e nella creazione di maggiori posti di lavoro.

È facile, quindi, trovare lavoro in Svezia? Dopo esserlo stato per molti anni, adesso purtroppo no, non lo è più. Le voci che si levano dai nostri connazionali che hanno deciso di lavorare e vivere in Svezia parlano di un Paese dove ci sono sì buone opportunità di lavoro ma queste sono in primis destinate agli svedesi.

Se pensi di venire qui senza una specializzazione e trovare un lavoretto generico con cui pagarti l’affitto probabilmente hai sbagliato destinazione. Per trovare lavoro in Svezia oggi occorrono due cose fondamentali, due condizioni sine qua non:

  • un’alta specializzazione in uno dei settori dove si condensano le offerte;
  • un’eccellente conoscenza della lingua inglese e in molti settori anche dello svedese.

settori trainanti sono diversi ed è qui che dovresti concentrare la tua attenzione.

  • Aerospaziale.
  • Automobilistico.
  • Internet (è qui che sono nati Skype e Spotify, se non lo sapessi).
  • Start up.

Spazio quindi a esperti di IT, cibernetica, videogiochi e sviluppo 3D, alle menti giovani e creative, al passo con i tempi.

La Svezia continua a essere affamata di ingegneri, sebbene alcune voci sostengano che oggi hanno anche loro qualche difficoltà se non hanno studiato in loco.

Grazie alle recenti sovvenzioni ideate dal Governo per la musica rock, dovrebbero fare un pensierino a trasferirsi in Svezia anche i gruppi musicali e le aspiranti star della canzone.

Buone opportunità anche per medici, insegnanti, soprattutto nella scuola dell’infanzia, e per tutti i professionisti (certificati) della ristorazione.

Anche se sei abilitato all’insegnamento dell’italiano potresti avere ottime chance: in Svezia c’è una vera e propria venerazione per l’Italia e la lingua italiana, quasi tutti gli svedesi conoscono almeno qualche parola… e non vedono l’ora di impararne altre!

I siti per cercare lavoro in Svezia

Arbetsformedlingen : Il sito dell’ufficio di collocamento svedese. Si trovano moltissime informazioni, per la maggior parte in svedese.

Monster: Uno dei siti più famosi e maggiormente utilizzati. Offre la possibilità di registrare più curricula, in diverse lingue.

Stepostone : Sito web che offre un servizio simile a Monster sia per gli annunci di lavoro che per la creazione del profilo

Workey: Un altro sito come Monster e Stepstone, su cui creare un mail-alert per ricevere direttamente sulla email gli annunci di lavoro adatti al vostro profilo.

Vakanser: Sito che presenta svariati annunci di lavoro divisi per categoria e per città Stockholm, Göteborg e Malmö

Academicwork raccoglie annunci di lavoro indirizzati a studenti universitari in cerca di un part-time, neolaureati e giovani con già qualche anno di esperienza lavorativa.

EWork: Con oltre 60.000 consulenti offre specialisti mondiali nel settore IT, telecomunicazioni, tecnologia e business.

MultiMind: offre diversi lavori di consulenza con contratti breve/lungo termine, spesso per ricerche di mercato multilingue.

NordicStaff: adatto a chi cerca un lavoro che richieda una conoscenza delle lingue del nord Europa tra cui Svedese, Danese, Norvegese, Finnico, Olandese e Tedesco.

CSJobb: sito (solo in svedese) per chi cerca lavoro nel campo dell’IT, presenta informazioni sugli stipendi medi del settore ed anche consigli sulle possibilità di carriera.

AllaAnnonser: raccoglie una miriade di annunci di lavoro a breve/lungo termine postati sia da privati che da aziende

Manpower è un’azienda statunitense, leader mondiale nel campo delle risorse umane. Sul sito potrete trovare annunci di lavoro in Svezia sia part-time che full-time.

jobbet.se: è un’azienda specializzata nel campo delle risorse umane che offre annunci di lavoro anche come consulenti.

jobbet.nu: aiuta le aziende ed organizzazioni a reclutare dipendenti di talento nel settore IT. Il sito offre quindi svariati lavori interinali.

proffice.se: fornisce personale specializzato in amministrazione, finanza, logistica, servizio ai clienti, scienze della vita, informazione e comunicazione.

www.thelocal.se/jobs/: svariati annunci di lavoro del giornale on-line thelocal.se con notizie sulla Svezia scritte in inglese

Se invece siete intenzionati ad aprire una vostra azienda, é necessario che vi iscriviate alla Bolagsverket e quindi regolarizziate il vostro status presso lo Skatteverket. Sul sito della Bolagsverket potrete acquisire utili informazioni riguardo a tutto ciò che è necessario sapere per avviare e gestire un’impresa.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie di Vrformazione! Iscriviti alla newsletter!

Vuoi pubblicizzare la tua attività o le tue offerte di lavoro su Vrformazione.it? Vai alla pagina collaborazioni! 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui