LAVORARE IN SPAGNA: CONSIGLI E INFORMAZIONI UTILI

La spagna è una delle mete più ambite, specialmente dai giovani, per iniziare una nuova esperienza lavorativa.

0
72
lavorare in spagna

Rispetto ad altri paesi europei, come l’Inghilterra o la Germania, lavorare in Spagna è senza ombra di dubbio l’obbiettivo più ambito, specialmente dagli italiani, che la scelgono come metà preferita già quando si tratta di intraprendere un percorso di studi universitario all’ estero come il Programma Erasmus.

Una delle cose da mettere in conto prima di decidere di trasferirsi nella penisola Iberica, è che rispetto alle altre nazioni europee, la crisi economica è tutt’ora molto forte.

Anche se sembra impensabile che la Tierra del Sol possa avere periodi di oscurità, bisogna ammettere che neanche una nazione vigorosa come la Spagna sia riuscita a sottrarsi alla crisi economica.

Il tasso di disoccupazione, infatti, è uno dei più alti in Europa (17,3%), superato solo dalla Grecia (21,7%).

A risentire della crisi sono soprattutto i piccoli centri, ma anche nelle grandi città come Madrid, Barcellona e Valencia, il malessere economico si è fatto sentire.

Da Leggere: Come trovare lavoro in Inghilterra
Da Leggere: Come trovare lavoro in Germania

REQUISITI PER LAVORARE IN SPAGNA

Prima di partire per lavorare in Spagna ed intraprendere questa nuova esperienza, dovrete mettere in conto una serie di requisiti indispensabili per iniziare la ricerca di lavoro in Spagna.

Lingua: sembrerà scontato, ma la conoscenza della lingua spagnola è d’obbligo per poter trovare lavoro in Spagna;

Infatti la sola conoscenza della lingua inglese non vi permetterà di trovare lavoro facilmente. Il mio consiglio è quello di frequentare dei corsi di spagnolo prima di partire, in modo da avere almeno una base di partenza.

Curriculum Vitae: nella maggior parte dei casi vi verrà richiesto un Curriculum Vitae in lingua spagnola.
Quello che può fare la differenza però, è scrivere un curriculum focalizzato sulle competenze. In Spagna infatti, a differenza dell’ Italia ci si focalizza di più sulle mansioni che si è in grado di svolgere che sui titoli e i riconoscimenti.

Documenti: essendo un paese comunitario, la maggior parte dei documenti di cui siete in possesso sono validi anche in Spagna. Le uniche eccezioni sono:

  • Il NIE(Número de Identitad de Extranjero è il corrispettivo spagnolo del nostro codice fiscale. Ogni italiano che si trasferisce in Spagna deve necessariamente esserne in possesso. Senza tale codice, infatti, non sarà possibile ottenere un contratto di locazione e neppure firmare un contratto di lavoro);
  • l’empadronamiento (o patrono municipale, è l’equivalente della nostra anagrafe. Iscriversi è obbligatorio per poter iniziare a lavorare in Spagna);
  • il numero di affiliazione alla Seguridad Social.

    lavorare in spagna 2

DOVE CERCARE LAVORO?

La Spagna è composta da ben 17 comunità in autonomia governativa e socioculturale:

  • Andalusia;
  • Aragona;
  • Asturie;
  • Baleari;
  • Canarie;
  • Cantabria;
  • Castiglia-La Mancia;
  • Castiglia e Leòn;
  • Catalogna;
  • Comunità Valenciana;
  • Estremadura;
  • Galizia;
  • La Rioja;
  • Madrid;
  • Murcia;
  • Navarra;
  • Paesi Baschi.

Questa diversità si proietta in particolar modo sulla realtà lavorativa.

Così come in Italia, infatti, esistono zone più sviluppate di altre come ad esempio l’Estremadura e l’Andalusia.

In queste due regioni, infatti, sarà più difficile trovare lavoro rispetto, ad esempio, alle grandi metropoli in cui, con una buona dose di fortuna e senza troppe pretese, è davvero facile ottenere un’occupazione.

In realtà non esiste una zona migliore rispetto ad un’altra, tutto dipende dalla propria disponibilità e dalle proprie competenze.

LAVORARE IN SPAGNA:

Prima di cercare lavoro in Spagna è importante conoscere quali sono i settori economici in cui c’è più richiesta e capire, quindi, quali opportunità lavorative vi aspettano.

Il turismo è di certo il settore più sviluppato. La Spagna, infatti, è una nota meta turistica europea. Di conseguenza le figure lavorative più ricercate riguardano, appunto, l’area della ristorazione (chef, aiuto cuoco, lavapiatti, cameriere, ecc.) e quella turistico-alberghiera (animatori, responsabili, ecc.)

La Spagna, però, è molto sensibile anche al tema delle energie rinnovabili aprendo, in tal senso, nuove possibilità lavorative in questo settore attualmente in piena crescita. Se possedete delle competenze specifiche nel settore ingegneristico o elettronico sappiate che avete un’ottima possibilità di fare carriera.

La Spagna è un ottimo posto anche per aprire un’azienda. Le nuove società usufruiscono infatti per i primi due anni di una tassazione agevolata, anche dal terzo anno il regime applicato resta comunque inferiore a quello italiano.

Ci sono buone possibilità di trovare lavoro in Spagna anche per i professionisti qualificati, nei seguenti settori:

  • Settore farmaceutico;
  • Telecomunicazioni;
  • Trasporti;
  • Settore IT (soprattutto nell’ambito delle eccellenze spagnole della biotecnologia e della tecnologia avanzata).

LAVORARE IN SPAGNA: TEMPI BUROCRATICI

Un altro argomento di estrema importanza riguarda l’iter procedurale per entrare e risiedere legalmente in Spagna.

Questo è l’ambito in cui, più di ogni altro, è possibile constatare la profonda differenza tra la Spagna e l’Italia.

Dimenticate le lunghe attese passate in fila agli sportelli per sbrigare una semplice pratica. Sotto questo punto di vista la Spagna è uno dei paesi più veloci nella gestione burocratica.

Potrete, infatti, ottenere le informazioni e i documenti necessari per il trasferimento anche in meno di una settimana.

LAVORARE IN SPAGNA: DOVE CERCARE LAVORO?

Per trovare lavoro in Spagna si può cominciare cercando qualche annuncio tra le centinaia di portali online come infojobs.net o domestika.org, anche prima di trasferirsi.

Per rispondere ad una richiesta di lavoro, però, è necessario il NIE, quindi se non ne siete in possesso sappiate che potrete soltanto consultarli.

Il primo riferimento da tener presente se si cerca lavoro in un paese europeo, compresa la Spagna, è EURES, la rete europea che raggruppa i servizi pubblici per l’impiego per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro in tutta Europa.

Il Servizio pubblico per l’impiego (SEPE – Servicio Público de Empleo Estatal), la rete di uffici di collocamento che raccoglie le offerte di impiego a livello nazionale, offre sul proprio sito tutte le informazioni utili per lavorare in Spagna. Sul sito empleate.gob.es è possibile consultare in tempo reale, per ogni regione e provincia spagnola, gli annunci di impiego.

Un altro canale ufficiale per la ricerca del lavoro è rappresentato dalle Agenzie di collocamento private autorizzate (Agencias de colocación), il cui elenco è disponibile qui, oppure contattando le Agenzie interinali spagnole (Empresas de trabajo temporal).

Esistono inoltre dei portali nazionali che vi permetteranno di trovare lavoro, come:

Un altro sistema molto valido per trovare lavoro in Spagna è quello di consegnare personalmente i CV. La regola fondamentale, se scegliete di consegnarlo a mano, è quello di rivolgervi al vostro interlocutore esclusivamente in spagnolo, o in inglese se vi viene consentito.

PRO E CONTRO

La Spagna è probabilmente il Paese più simile all’Italia che riuscirai a trovare. La lingua, la mentalità, il calore, lo stile di vita: tutto in Spagna richiama il nostro Paese. Ecco quali sono i principali vantaggi e svantaggi di vivere in Spagna.

VANTAGGI

  • La vicinanza all’Italia e i numerosi collegamenti low cost
  • Semplicità della lingua
  • Costo della vita più basso
  • Un’economia in crescita

SVANTAGGI

  • Stipendi in media più bassi di quelli italiani (e che faticano a mantenersi al passo con l’aumento del costo della vita)
  • Leggi regionali molto diverse tra loro che possono confondere le idee e creare problemi pratici.

Stai già lavorando in Spagna? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!
Vorresti lavorare all’estero e desideri avere maggiori informazioni? Ponici le tue domande risponderemo ai tuoi dubbi, oppure approfondisci l’argomento con gli articoli correlati.

Se desideri ricevere aggiornamenti sui prossimi articoli, iscriviti alla newsletter!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui