COME TROVARE LAVORO IN OLANDA

Traferirsi in Olanda ha decisamente un certo fascino data la modernità di questo paese. Vediamo insieme qual è l'iter burocratico per poter iniziare una nuova esperienza lavorativa in Olanda!

0
204
olanda

Se state pensando di trovare lavoro in Olanda, dovete sapere che ci sono diversi motivi che vi possono spingere a trasferirvi in questo paese: l’immagine dell’Olanda, infatti, rispecchia quella dei paesi nordici, con la peculiarità di una situazione lavorativa ottima.

LAVORARE IN OLANDA: È NECESSARIO UN VISTO?

Come per l’Inghilterra, la Francia e la Danimarca, se sei un cittadino dell’Unione Europea non hai bisogno di nessun visto per entrare e vivere in Olanda per meno di 4 mesi.

Ma per restare – e quindi lavorare in Olanda – è necessario seguire un iter burocratico per iscriversi al Personal Records Database (BRP) : se si prevede di rimanere per più di 4 mesi bisogna iscriversi all’anagrafe del Comune in cui ci si vuole trasferire.

Fatelo subito, perché va fatto entro 5 giorni dall’arrivo nei Paesi Bassi. Se doveste essere in ritardo con l’iscrizione rischiate di dover pagare una multa, che può arrivare sino a 325 euro.

Potete chiamare il servizio informazioni dello Stato per saperne di più, al +31 77-4656767.

Cosa dovete portare per trasferirvi in Olanda?

  • Un passaporto o una carta d’identità;
  • Il contratto di affitto o il contratto di acquisto della tua casa in Olanda;
  • Altri documenti essenziali che ti verranno richiesti per validarli: il certificato di nascita o il certificato di matrimonio (sarebbe meglio ottenere questi documenti tradotti in lingua Inglese, così da velocizzare la procedura).

Una volta ottenuto il permesso di residenza vi verrà assegnato un numero BSN – Burgerservicenummer, che è il tuo numero di matricola personale, funziona più o meno come il nostro codice fiscale. Vi servirà per lavorare, aprire un conto in banca, andare dal medico di base o in ospedale.

Quindi, oltre al numero BSN, vi serviranno ancora due cose:

  • Farvi riconoscere: sembra banale, ma non lo è. Devi avere sempre con te un documento di identità anche a lavoro (e comunque il tuo datore di lavoro si farà una fotocopia)
  • Per essere pagati dovrete avere un conto in banca olandese (potete anche usare il vostro conto italiano, ma le tempistiche si allungano di molto e il meccanismo è più complesso).

TROVARE LAVORO IN OLANDA: IL CURRICULUM

Quando si lasciano dei consigli per trovare lavoro in altri Paesi, spesso si salta subito ai migliori motori di ricerca per trovarlo e per candidarsi.

Il che va benissimo, ma preferiamo non saltare una fase precedente, ancora più importante: quella di preparare un curriculum perfetto, che salterà subito all’occhio in mezzo agli altri.

Tenete presente che è molto complicato cercare lavoro in Olanda dall’Italiaè sempre meglio armarsi di CV in inglese, con numero di telefono e domicilio in Olanda, e cercarlo in loco.

Dunque, quali sono i consigli per un buon curriculum? Ve ne lasciamo qualcuno semplice, pratico, da usare subito:

  • Dite addio al CV in formato europeo: Redigetene uno minimale, con un’impaginazione semplice e fresca, e riassumete tutto all’osso. Parola d’ordine: differenziarsi dalla massa;
  • Inserite solo le esperienze davvero utili alla posizione per cui state facendo domanda: sempre per avere un CV corto e appetibile, non inserite tutte le tue esperienze lavorative, inclusa quella da barista estivo a 18 anni, a meno che non siano effettivamente utili per quella domanda di lavoro specifica;
  • Modificate il vostro CV in base alle offerte di lavoro: fate uno sforzo creativo (e strategico) per avere più versioni del vostro CV, modellate su ogni offerta per cui farete domanda. Sottolineate alcuni aspetti e omettetene altri per far risaltare le qualità giuste per quel lavoro specifico
  • Occhio ai vostri titoli di studio: se avete studiato in un altro Paese, o avete fatto corsi di formazione ovunque ma non in Olanda, è possibile che i vostri diplomi/certificati non siano automaticamente validi nei Paesi Bassi. Conviene chiedere informazioni sulla validità al Nuffic all’Aia o alla SBB, la fondazione per la cooperazione tra insegnamento professionale e aziende.

DA LEGGERE: 10 CONSIGLI PER SCRIVERE UN CURRICULUM DI SUCCESSO!

DOVE SI CONCENTRANO LE OFFERTE DI LAVORO?

Senza ombra di dubbio, Amsterdam è la città migliore dove cercare lavoro. Questo perché, in questa città in particolare, la ricerca di lavoratori stranieri è più forte rispetto ad altri paesi europei più blasonati.

Amsterdam
Amsterdam

Pur essendo la città più grande dell’Olanda, è ancora molto a misura d’uomo e tutto è a portata di mano e bicicletta. È una città a forte impatto multiculturale: il 40% della popolazione è straniera e gli italiani costituiscono la presenza straniera più forte.

Altre città dove potete cercare lavoro sono Rotterdam, Groninga e Utrecht.

Rotterdam
Rotterdam

QUANTO COSTA LA VITA IN OLANDA?

In Olanda i salari sono sensibilmente più alti rispetto a Paesi come Italia e Spagna, in alcuni casi anche del 50%. Dall’altra parte però a stipendi più alti corrisponde anche un costo della vita piuttosto elevato. Un esempio? Il mercato immobiliare è tra i più cari d’Europa.

Ma vediamo insieme qualche esempio (attenzione, i dati sono riferiti ad Amsterdam):

  • Pranzo nel quartiere degli affari 18 euro
  • Un litro di Latte 1,04 euro
  • 500 grammi di formaggio locale 5,10 euro
  • Mezzo litro di birra nazionale al supermercato 0,93 euro
  • 1 bottiglia di vino da tavola rosso di buona qualità 6 euro
  • Pane per 2 persone per un giorno 1,31 euro
  • Affitto mensile per un appartamento di 85 metri quadri, ammobiliato ed in zona costosa, 1.841euro
  • Benzina 1 litro 1,71 euro
  • Biglietto mensile trasporti pubblici 87 euro
  • 2 biglietti per il cinema 21 euro
  • Birra al pub (500 ml) 4,29 euro

LAVORARE IN OLANDA: SITUAZIONE ECONOMICA E LAVORATIVA

L’Olanda, Paese che vive soprattutto di terziario, ha sofferto dal 2008 quasi ad oggi di una crisi che ha provocato un momento di contrazione economica (seppur ritardata e meno imponente rispetto all’Italia).

Ora si sta riprendendo, mantenendo fondamentali economici nettamente migliori rispetto ai Paesi dell’Europa Mediterranea e Meridionale (come Spagna, Portogallo, Italia e Grecia ).

La disoccupazione, seppur salita negli anni della crisi, è rimasta sempre su livelli bassi, e nonostante le ridotte dimensioni del Paese, continua ad esserci tanto lavoro anche per gli stranieri.

QUALI SONO I PROFILI PIÙ RICERCATI IN OLANDA?

Sono moltissimi i settori nei quali è possibile trovare lavoro in Olanda, anche se si proviene dall’Estero appunto.

I profili più ricercati sono i seguenti:

  • Sistemisti;
  • Programmatori;
  • Grafici e Designer;
  • Tecnici cloud e networking;
  • Commerciali, Rappresentanti, sia a livello senior (specialisti, responsabili o direttori di punti vendita) che junior;
  • Settore Alberghiero;
  • Tecnici e Carpentieri, anche se con l’apertura delle frontiere ad Est è aumentata di molto la concorrenza e sono diminuiti i salari;
  • Ingegneri industriali ed elettronici;
  • Lavoratori e specialisti del settore agricolo (l’Olanda è un Paese pressoché tutto pianeggiante che ben si presta alla coltura);
  • vari profili della Logistica, anche perche l’Olanda ospita uno dei porti commerciali più importanti del Mondo a Rotterdam (da dove viene gestita una parte rilevante delle merci da e verso l’Europa).

Come per tutti i Paesi è importante la lingua locale, anche se l’Olanda rappresenta uno dei Paesi al Mondo con il maggior numero in proporzione di persone che parlano inglese, e quindi se si conosce bene questa lingua può anche bastare, specie nei lavori di profilo medio-alto, in cui ci si muove e si lavora appunto con l’inglese. Ovvio poi che per vivere bene nel Paese, prima o poi dovrete comunque imparare l’olandese.

Eccovi quindi alcuni siti internet per iniziare a cercare lavoro in Olanda:

VIVERE IN OLANDA: PRO E CONTRO

Tra i pro del vivere in Olanda ci sono senza dubbio, quindi, le ragioni economiche: tenore di vita più alto, disoccupazione molto bassa, buone opportunità di lavoro, sanità ed istruzione all’avanguardia (per questo non soltanto chi è da solo, ma anche una famiglia può trovare buone motivazioni al trasferimento).

 

Olanda fiori
Classico paesaggio olandese, con coltivazioni di Tulipani

 

Tra i contro invece senz’altro il clima, davvero poco gradevole: inverni freddi ed umidi con notti più lunghe (le ore di luce sono senza dubbio inferiori a quelle dell’Italia), estati non un granché sia dal punto di vista del clima che dei posti dove andare (anche per questo, specie da un pò di anni, l’Italia è invasa da olandesi durante le vacanze, che spesso ne restano affascinati dimostrandosi interessati, specie se in pensione, a trasferirsi, o almeno a comprare una casa per tornarci frequentemente). Il carattere degli olandesi poi è a volte lontano da quello tipico degli italiani: molto più freddo.

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie di Vrformazione! Iscriviti alla newsletter!

Vuoi pubblicizzare la tua attività o le tue offerte di lavoro su Vrformazione.it? Vai alla pagina collaborazioni! 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui